1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

A. Laidi: l’avversione al rischio premia sempre lo yen

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ashraf Laidi, Chief Market Strategist di CMC Markets, nel suo report di oggi evidenzia come oro e argento stiano beneficiando delle notizie negative delle ultime ore, in attesa del nuovo allentamento monetario da parte di Fed (quantitative easing 2), Bank of England e Banca Centrale europea (queste ultime due con misure più blande).

La nuova ondata di avversione al rischio è stata scatenata dall’analisi del Wall Street Journal sulla severità degli stress-test bancari e dalla notizia secondo cui gli istituti tedeschi necessiterebbero di ricapitalizzazioni per 105 mld di euro.

Laidi rileva come “l’avversione al rischio può essere divisa in tre categorie: paura di un double-dip (positiva per yen e franco svizzero), tensioni relative i debiti pubblici europei (positive per yen, franco svizzero e dollaro) e paure per un rallentamento cinese (positive per yen e dollaro)”. In tutte e tre le ipotesi è previsto un rafforzamento dello yen, il franco ed il dollaro invece viaggiano in controtendenza rispetto alle commodities ed alla moneta unica.

A favore della moneta giapponese anche la lotta interna al partito democratico tra il Primo ministro Kan ed il rivale Ozawa (favorevole ad interventi più vigorosi per evitare l’apprezzamento dello yen). Secondo i commentatori la disputa si dovrebbe risolvere con la vittoria del primo.