A. Laidi: attenzione alle quotazioni di oro e argento

Inviato da Luca Fiore il Ven, 03/09/2010 - 17:22
Indicazioni positive per la moneta unica sul valutario. La contrazione inferiore alle attese (-54 mila vs -131 mila) registrata dalle buste paga statunitensi di agosto ha riportato negli investitori la fiducia nell'andamento dell'economia americana, rilanciando i listini azionari e le valute ad alto rendimento.

Del miglioramento registrato dal mercato del lavoro statunitense ha quindi principalmente beneficiato l'euro, con l'euro/dollaro in crescita a 1,2861 (+0,36%) e l'euro/yen che si porta a 108,59 (+0,46%). Secondo Ashraf Laidi, Chief Market Strategist di Cmc Markets, solo un risultato "decisamente migliore delle attese per le buste paga o un calo del tasso di disoccupazione avrebbe potuto scatenare un rally del dollaro".

Ha quasi del tutto ritracciato i guadagni, causa la contrazione dell'Ism statunitense relativo il settore dei servizi a 51,5 punti (consenso 53,2 punti), il dollaro/yen, che quota 84,240.

Secondo Laidi la crescita delle quotazioni dei metalli rimane il tema dominante: l'analista di Cmc pronostica l'oro in quota 1.270-73 e l'argento a 19,8 dollari l'oncia (massimo da due anni toccato a maggio).
COMMENTA LA NOTIZIA