1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

A Kok-Shell il 51% di Tupras per 4,14 miliardi di dollari

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nulla di fatto per l’Eni in Turchia. Il 51% del capitale sociale del raffinatore turco Tupras è andato al gruppo anglo-olandese Shell che in consorzio con la Koc Holding ha dato scacco matto agli altri 8 pretendenti a suon di rilanci nel corso dell’asta tenutasi ieri pomeriggio presso la casa d’aste di Sotheby a Istanbul e trasmessa in diretta tv dalla Ntv e dalla Cnn Turkey. Il prezzo finale pagato è stato di 4,14 miliardi di dollari contro una base d’asta decisamente inferiore posta a 1,5 miliardi. Nella fase finale dell’asta si sono affrontate a colpi di offerte plurimiliardarie il consorzio Oil-Calik Energy, la vincente Koc-Shell e la Oyak. Le altre 6 pretendenti erano state eliminate in precedenza. Proprio all’inizio è uscita di scena l’italiana Eni, che come la joint venture Pkn Orlen-Zorlu e l’ungherese Mol aveva presentato offerte tra 2-2,8 miliardi di dollari. Secondo gli analisti il prezzo pagato – che andrà nelle casse del Governo turco – è eccessivo visto che l’intera società capitalizza 3,2 miliardi di dollari circa, rappresentando quasi il doppio rispetto alla valutazione del mercato in base alla chiusura del titolo alla vigilia. La società turca rappresenta il 100% della capacità di raffinazione del paese, pari a oltre 27 milioni di tonnellate l’anno.