Kinexia: per il 2014 la crescita si focalizzerà su business ad alta marginalità e sull'internazionalizzazione

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 25/11/2013 - 18:16
Quotazione: Waste Italia *
La crescita del gruppo per l'esercizio 2014, così come avvenuto per il 2013, si focalizzerà sullo sviluppo di business ad alta marginalità con obiettivi di stabilità sui flussi nel lungo periodo e mantenimento dell'equilibrio economico-finanziario.

Per fine 2014 Kinexia punta al raggiungimento di un EBITDA margin pari al 27%, in aumento di 2 punti percentuali rispetto alla stima di chiusura dell'esercizio 2013, e un giro d'affari di circa 100 milioni di euro dagli 80 stimati per fine 2013.

L'incidenza della Business Unit Energie Rinnovabili si dovrebbe invece attestare a circa il 72% rispetto al 28% della Business Unit Ambiente. Si tratta di valori sostanzialmente in linea con quelli che Kinexia dovrebbe registrare nell'anno in corso.

A livello di redditività il gruppo prevede che per il 2014 il settore Ambiente incida maggiormente sull'EBITDA margin con un peso del 52%. Il 48% rimanente dovrebbe essere invece registrato dal business Rinnovabili. In questo caso, rispetto all'esercizio 2013, la società si attende una diminuzione dell'incidenza del settore Ambiente. Le stime per l'anno in corso vedono infatti il settore dell'Ambiente con un peso del 67% sul totale.

L'aumento dell'incidenza delle Rinnovabili sulle marginalità di gruppo dal 33% previsto a fine 2013 al 48% stimato al 2014 è riconducibile all'avvio del Progetto SMART su cui Kinexia punta, tramite la controllata Innovatec.

La costituzione di Kinexia Renewable Energy a Dubai in partnership con Rashid Khalaf Al Habtoor, le attività in corso nella zona del Magreb, Giappone ed Est Europa, congiuntamente al recente accreditamento presso la Banca Mondiale e le Banche Multilaterali di sviluppo al fine di poter partecipare a progetti di sviluppo in aree emergenti, dimostrano il continuo impulso di Kinexia all'internazionalizzazione. Una linea strategica portata avanti negli ultimi anni.

Il gruppo si pone l'obiettivo di espandere oltre confine il proprio business ed esportare le proprie competenze e know-how, adesso riconosciute anche nel mondo della cooperazione internazionale, in esecuzione del Piano Industriale 2013-2015.

"Siamo molto soddisfatti di aver confermato i target del nostro Piano Industriale presentato al mercato a fine dello scorso anno. La scelta strategica di affiancare alle attuali linee di business, ulteriormente ampliate, quella del settore Ambiente e quella della internazionalizzazione in entrambi i comparti, si sta mostrando vincente sia in termini di redditività che in termini cash flow generato", ha commentato gli obiettivi 2014 di Kinexia Pietro Colucci, Presidente e Amministratore Delegato del gruppo.

Il manager ha inoltre evidenziato come "il nuovo focus di Kinexia verso la generazione distribuita, le reti intelligenti (smart grid) e la riduzione dei consumi attraverso l'efficienza energetica e l'autoconsumo individua nuove linee di crescita trasformando ulteriormente in sistema una visione imprenditoriale del Gruppo, confermando ciò che abbiamo sempre sostenuto, che la green economy, possa davvero rappresentare una concreta exit strategy dalla doppia crisi, climatica ed economica".
COMMENTA LA NOTIZIA