1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Junge (Aviva Investors): poco probabile un annuncio ad effetto di Bernanke -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Conto alla rovescia sui mercati in vista del discorso che oggi Ben Bernanke, presidente della Federal Reserve, terrà a Jackson Hole. “Riteniamo invece che nel discorso di oggi Bernanke non annunci esplicitamente un Quantitative Easing 3 – commenta Ross Junge, Chief Investment Officer del Fixed Income di Aviva Investors negli Stati Uniti – con la recente dichiarazione in cui la FED sottolineava che i tassi di interesse rimarranno fermi fino almeno a metà 2013 era di per sé un annuncio ‘soft’ di un QE3, e da quell’ultimo incontro del Fomc non ci sono stati cambiamenti concreti nei mercati o negli outlook economici”. Junge non crede che Bernanke indicherà una terza fase del QE. Si dovrebbe soffermare invece sulle previsioni di una ridotta crescita economica e di una ricaduta dell’inflazione dovuta a fattori transitori, spiegando inoltre la logica alla base della decisione di tenere i tassi fermi fino almeno a metà 2013.