1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

JP Morgan rivede al ribasso crescita Pil statunitense all’1,1%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Anche JP Morgan rivede al ribasso le stime di crescita del Pil statunitense. Gli esperti puntano il dito sull’inatteso balzo del deficit commerciale che a giugno è inaspettatamente balzata a 49,9 miliardi di dollari, con una crescita delle importazioni pari al 3% e una contrazione dell’export pari all’1,3%. Non desta più di tanto preoccupazioni, secondo gli esperti, il calo registrato delle esportazioni. E’ invece molto pericoloso il balzo delle import in termini reali: +4,8% a giugno dopo il +2,9% di maggio. Da sottolineare oltretutto la crescita delle importazioni di beni di consumo che segnano un incredibile +15,6% negli ultimi 2 mesi. Dopo quest’ultima lettura JP Morgan stima una riduzione della crescita del Pil Usa nel secondo trimestre all’1,1% rispetto al +2,4% stimato in precedenza.