1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Johnson & Johnson : balzano i profitti dell’ultimo trimestre

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I profitti dell’ultimo trimestre della Johnson & Johnson sono aumentati del 14 percento grazie a tagli del personale e all’incremento delle vendite di Listerine e Tylenol.

Le entrate sono rimbalzate a 2,71 miliardi di dollari, o di 97 centesimi ad azione, ha dichiarato la New Brunswick, la società con base nel New Jersey, e gli utili raggiunti sono stati superiori alle previsioni degli analisti. J&J, la più grande produttrice di prodotti per la salute a livello mondiale prevede per il 2009 un guadagno da 4,45 a 4,55 dollari per azione, rispetto ai 4,61 dollari attesi dagli analisti. J&J è la prima grande industria farmaceutica a riportare utili nel quarto trimestre. Secondo Linda Bannister, analista presso l’Edward Jones & Co a St. Louis la crescita è stata una conseguenza del taglio del personale di 4.280 unità operato nel 2007 da William Weldon, dirigente superiore della società e dell’acquisto dell’azienda di generi di consumo Pfizer Inc.

Tuttavia le vendite totali scendono del 4,9 percento a 15,2 miliardi di dollari, ha dichiarato la società. “Le vendite del terzo trimestre non hanno risposto alle aspettative di mercato, sia interno che estero,” ha riportato oggi Rick Wise, analista presso Leerink Swann a New York. “Il cambio della moneta è stato la causa principale della perdita sul mercato estero.”

J&J è salito di 24 centesimi, fino a 57,68 dollari alla Borsa di New York. La società aveva perso il 13 percento nel 12 mesi precedenti ad oggi, rispetto al crollo del 22 percento registrato dai 13 membri del S&P Pharmaceuticals 500.