1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Jim Rogers: è in arrivo il mercato orso peggiore di sempre

Messaggio rivolto ai piccoli investitori. Che però secondo il guru possono ovviare sfruttando una opportunità straordinaria.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un altro mercato orso è in arrivo, e sarà il peggiore di sempre. E’ quanto Jim Rogers ha detto di prevedere, nel corso di un’intervista rilasciata a RealVision TV, aggiungendo che la colpa sarà tutta dei debiti che le economie del mondo continuano ad accumulare.

L’alert di Rogers è diretto soprattutto ai piccoli investitori che si sono rifugiati negli ETF, e che si confermeranno particolarmente vulnerabili alla prossima grande crisi dei mercati.

A loro Rogers rivolge un chiaro messaggio:

“Quando siamo in presenza di un mercato orso, molte persone si sorprendono nello scoprire di essere esposte agli ETF, che poi collassano di più rispetto a qualsiasi altra cosa. E il motivo per cui vanno giù più di ogni altra cosa è perchè sono ciò che tutti gli investitori possiedono”.

Così come diversi altri analisti ed economisti, il presidente di Rogers Holdings è preoccupato per le valutazioni di azioni e bond. Tuttavia, in questo contesto c’è anche una opportunità.

“Se qualcuno riuscisse ad avere il tempo di focalizzarsi su titoli che non sono inclusi negli ETF, troverebbe opportunità straordinarie in quelle azioni e questo perchè sono state ignorate. Tra queste, ci sono alcune che stanno facendo molto, molto bene. E nessuno le sta acquistando, perchè solo gli ETF acquistano azioni”.

Tra i mercati finanziari in generale, il guru rimane positivo sull’azionario cinese e ammette allo stesso tempo di puntare sull’oro, sottolineando contestualmente che non è il caso di acquistare il metallo prezioso ora, visto che non è odiato abbastanza. Inoltre, le quotazioni dell’oro “risulteranno estremamente elevate” prima della fine della corsa.

L’avvertimento deve essere letto ricordando che Rogers fa riferimento soprattutto agli ETF che replicano Wall Street, che hanno attratto ingenti investimenti nell’ultimo periodo. Stando alle rilevazioni di FactSet, nel mese di agosto sono confluiti in generale più di $31 miliardi negli ETF, portando la cifra degli asset globali a quasi $4,2 trilioni.

Tuttavia, sebbene esistano quasi 1.800 ETF quotati a Wall Street, il 51,3% dei flussi in entrata ha riguardato appena 10 fondi.

E i due fondi migliori replicano entrambi lo S&P. Il fondo top è stato in particolare l’SPDR S&P 500 ETF Trust (SPY) che, grazie alle sue dimensioni e alla sua liquidità, attrae di norma diversi investitori. Tale fondo ha però sofferto flussi in uscita di ben $3,47 miliardi dall’inizio dell’anno. Il secondo fondo migliore di agosto è stato l’iShares Core S&P 500 ETF (IVV).