1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

J. Pristovsek: l’oro è destinato a capitalizzare l’incertezza presente sui mercati

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Settimana a due velocità per l’oro. Dopo un calo che ha fatto da corollario al rafforzamento del biglietto verde, il metallo giallo ha riguadagnato posizioni dopo i dati sull’andamento dell’inflazione cinese. L’indice dei prezzi al consumo del Celeste Impero, complice soprattutto l´aumento dei prezzi dei prodotti alimentari (+11,7% a/a), a maggio è salito ai massimi da quasi tre anni mettendo a segno un incremento del 5,5%.

L’oro è stato sostenuto anche dalle vendite sui mercati azionari, che hanno incoraggiato gli investitori ad aumentare la loro esposizione nei confronti degli asset rifugio. Su base mensile l’oro registra un guadagno del 2,8%, e Jana Pristovsek nel Commodities Update di IG Markets pronostica che “beneficerà ancora dell’incertezza presente sui mercati”.

Vendite invece sul greggio, che nell’ultima settimana ha perso quasi il 7% portandosi ai minimi da quasi 4 mesi a 94 dollari il barile. L’avversione al rischio che domina la scena sui mercati globali ha penalizzato i prezzi, che pagano pegno anche ai timori di un rallentamento della crescita globale. Christopher Beauchamp di IG Markets rileva che nonostante l’attuale debolezza, nel lungo periodo le quotazioni sono destinate a riguadagnare posizioni. Non a caso ieri l´Agenzia Internazionale dell´Energia (IEA, International Energy Agency) nel segnalare la “chiara” necessità di un incremento della produzione Opec ha alzato di 19 dollari a 103 dollari al barile la stima per il prezzo del greggio nel periodo 2011-15.

E chiudiamo con i prezzi del mais, che nelle ultime 5 sedute hanno messo a segno una contrazione di 10 punti percentuali. Secondo Beauchamp “i fondamentali, alla luce del miglioramento delle condizioni metereologiche negli Stati Uniti, possono diventare ancora più ribassisti”. L’analista sottolinea però come nel lungo termine il quadro rimanga invece abbastanza favorevole: “i prezzi riprenderanno a salire quando i fondamentali torneranno ad evidenziare la forza della domanda”.