Italia: Tesoro stima riduzione strutturale del deficit di 9,8 mld da operazioni valorizzazione patrimonio PA

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Riduzione strutturale del deficit di 9,8 miliardi annui. E’ la stima presente nei documenti pubblicati sul sito del ministero dell’Economia a seguito del seminario odierno sulla valorizzazione e vendita del patrimonio immobiliare. La riduzione annua a regime di 9,8 mld del deficit si basa sull’assunzione di cessioni per 35-40 miliardi di euro di cui 25-30 miliardi dalla vendita dei immobili e altri 10 mld dalla vendita dei diritti per emissioni inquinanti. Una porzione di 5 mld annui di riduzione del deficit è prevista entro il 2015, la restante quota di 4,8 è incrementale per andare a regime nel 2020. Le slide rimarcano come nelle stime non sono inclusi gli effetti derivanti dalle operazioni di sviluppo immobiliare e dalle politiche sulle partecipazioni. Ulteriori linee di intervento potranno essere individuate a seguito della rilevazione di altre categorie di beni quali attività finanziarie (es. crediti) e immobilizzazioni immateriali (R&S, opere di ingegno, brevetti, avviamento, etc.).
“Con oggi prende avvio una grande riforma strutturale per la riduzione del debito e per la modernizzazione e la crescita del Paese”, ha dichiarato il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti, al termine del Seminario.

Commenti dei Lettori
News Correlate
BANCHE CENTRALI

Zona Euro: salgono le probabilità di una stretta a marzo 2018

L’allentamento delle tensioni innescato dal risultato del primo turno delle elezioni francesi spinge le probabilità di un incremento dei tassi di Eurolandia a marzo 2018. Secondo le indicazioni in arrivo dai tassi EONIA (Euro OverNight Index Average)…

MACRO

Regno Unito: +1,3% per l’indice Rightmove di aprile

Ad aprile l’indice che misura i prezzi della abitazioni del Regno Unito elaborato da Rightmove ha segnato un incremento mensile dell’1,1%. Nella precedente rilevazione il dato era salito dell’1,3%.

MACRO

Germania: indice IFO sale più del previsto ad aprile

Nel mese di aprile l’indice tedesco IFO, elaborato su un campione di 7 mila operatori economici della prima economia europea, si è attestato a 112,9 punti. Il dato precedente era stato pari a 112,3 punti e gli analisti avevano stimato 112,4.