1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: per Standard & Poor’s mancano riforme strutturali per affrontare la spesa pubblica -2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il nuovo Governo ha promesso di raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2011, principalmente attraverso tagli discrezionali alla spesa pubblica e incrementi mirati delle
tasse. Secondo quanto accaduto in passato, quando il precedente Governo Berlusconi in carica dal 2001 al 2006 comunicò obiettivi similari mancando però nella loro implementazione, la possibilità di alleggerire il peso del debito non dipenderà solo da quanto programmato in tema di politiche di bilancio ma soprattutto dalla completa e puntuale esecuzione di tali programmi – ha affermato Trevor Cullinan, credit analyst di Standard & Poor’s. Nonostante la nuova coalizione goda di una forte maggioranza in entrambe le Camere del Parlamento, Standard & Poor’s si attende che le debolezze strutturali delle finanze pubbliche italiane porteranno il disavanzo di bilancio vicino al 3% del prodotto interno lordo almeno fino al 2011, mantenendo il livello di debito oltre il 100% del prodotto interno lordo.