1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Italia, si scommette su governo entro settimana

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Forte rialzo per il Ftse Mib (+1,6%) questa mattina dopo che nel week end Giorgio Napolitano è stato riconfermato presidente della Repubblica. La reazione positiva del mercato, a nostro avviso, non è tanto dipesa dalla conferma del presidente uscente, ma dall’attesa di un’azione più rapida nella formazione del nuovo esecutivo, magari già entro questa settimana.

Il mercato e gli operatori si aspettano da Napolitano maggiore determinazione nella formazione del nuovo governo che potrebbe essere composto da un mix di politici e tecnici. Ai primi potrebbe essere affidato le alte cariche dello Stato, mentre ai secondi andrebbero i dicasteri strategici. In particolare, a Monti potrebbe essere affidato il dicastero dell’Economia, ruolo di rilevanza internazionale che garantirebbe la prosecuzione della politica di rigore a cui l’Europa e l’estero guarda. Questo scenario allontanerebbe anche il timore di un ritorno alle urne nel breve.

Il maggior clima di fiducia e la scommessa sul raggiungimento di un governo nel brevissimo si sta traducendo in questo momento in un forte rialzo dei Btp. I rendimenti sul titolo a 2 anni è ai minimi storici, all’1,267%, mentre il decennale è al 4,09%. Lo steepening della curva dei rendimenti è un buon segnale di fiducia. Deciso anche il movimento sullo spread che si attesta ora 280 punti base. Sul fronte spread siamo un po’ più cauti. Il sentiment dei mercati internazionali rimane fragile, causa le trimestrali e i dati macro deludenti. Questo potrebbe continuare a mantenere il Bund ben comprato.

Intanto i benefici nel breve li vedremo sulle aste Btpei, Ctz e Bot. Ben più importante saranno i risultati sul mercato nell’asta di lunedì (Btp a medio lungo termine) se concretamente dovremmo avere un esecutivo entro questa settimana.

Sul fronte azionario, il Ftse Mib potrebbe continuare la fase di recupero accelerato rispetto agli altri indici europei chiudendo il gap che si è creato dopo le elezioni di febbraio. Da lì in poi l’indice italiano dovrebbe tornare ad allinearsi alle performance degli indici mondiali che sembrano aver avviato la fase di correzione la scorsa settimana. Dal punto di vista tecnico, per il Ftse Mib è necessario un superamento deciso dei 16.400 punti per sperare in un’accelerazione verso i massimi di fine febbraio a 16.850.

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG