Italia: Rehn scettico, 'non state rispettando obiettivo riduzione debito' (La Repubblica)

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 03/12/2013 - 09:10
Si è detto scettico Olli Rehn, commissario europeo agli affari economici, sulla Legge di Stabilità messa a punto dal premier Enrico Letta e dal ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni. In un'intervista rilasciata a La Repubblica, Rehn è convinto che la manovra finanziaria non consenta margini di manovra e che debba anche essere corretta sul fronte del debito. "L'Italia - ha spiegato Rehn - deve rispettare un certo ritmo di riduzione del debito e non lo sta rispettando. Per farlo lo sforzo di aggiustamento strutturale avrebbe dovuto essere pari a mezzo punto del Pil e invece è solo dello 0,1%. Ed è per questo motivo che l'Italia non ha margini di manovra e non potrà invocare la clausola di flessibilità per gli investimenti". Rehn, che ha ammesso come l'Italia sia in linea sul deficit, ha "il dovere di essere scettico" e prosegue: "Le privatizzazioni daranno un piccolo contributo a migliorare l'efficienza del sistema economico e, forse, a ridurre il debito già l'anno prossimo. La spending review è molto importante, ma sarà ancora più importante se riuscirà a mettere in pratica tagli di spesa che abbiano effetto già nel 2014".
COMMENTA LA NOTIZIA