Italia: Rehn, è prematuro dire che la crisi è finita. Preoccupazione su abolizione Imu

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 17/09/2013 - 13:07
Dichiarare che la crisi è finita sarebbe prematuro. Così il vicepresidente della Commissione europea, Olli Rehn, parla dell'economia italiana per cui i punti di maggior squilibrio sono l'elevato debito e il declino della competitività. A destare preoccupazione per lo spostamento del carico fiscale su altri cespiti, spiega Rehn davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato come riportato dalle agenzie di stampa, è l'abolizione dell'Imu sulla prima casa e sarà dovere della Commissione 'esaminare a lungo la service tax, quando sarà meglio definita. All'Italia, prosegue il vicepresidente, serve stabilità politica per rafforzare le misure economiche; l'incertezza politica frena gli investimenti e una ripresa quanto mai necessaria.
COMMENTA LA NOTIZIA