Italia: rapporto Censis, la crisi ha messo al tappeto anche il lavoro autonomo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il 44° Rapporto Censis sulla situazione sociale dell’Italia rimarca come la crisi globale ha mandato al tappeto anche il lavoro autonomo. Risultano 437mila imprenditori e lavoratori in proprio (vale a dire artigiani e commercianti) in meno dal 2004 al 2009 (-7,6 per cento). Crolla anche l’occupazione giovanile, colpa soprattutto della troppa “flessibilità”. Nel 2009 tra gli occupati di età compresa fra i 15 e i 34 anni sono stati persi circa 485mila posti di lavoro (- 6,8%), mentre nei primi due trimestri del 2010 ne sono stati bruciati quasi 400mila (-5,9 per cento). Dunque in un anno e mezzo sono stati circa 885mila i posti persi dai giovani. Sono invece 2.242.000 i giovani tra 15 e 34 anni che non studiano, non lavorano e neppure cercano un impiego. E ben il 91% dei disoccupati monoreddito in Italia sono da considerarsi a rischio povertà, contro il 32% in Belgio, il 55% in Spagna e il 75% del Regno Unito.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: crescita economica ai minimi da tre anni nel Q1

Nel primo trimestre la crescita statunitense si è attestata allo 0,7%, in calo rispetto al 2,1% degli ultimi tre mesi del 2016. Si tratta del dato minore degli ultimi tre anni. Gli analisti avevano stimato un +1,3%.

MACRO

Istat: industria, a marzo prezzi alla produzione a +3,1% a/a

L’Istat comunica che a marzo l’indice dei prezzi alla produzione dell’industria rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta del 3,1% nei confronti di marzo 2016. I prezzi alla produzione dell’industria, sul mercato interno, diminuiscono de…

Inflazione: Istat, ad aprile accelerazione a +1,8% annuo

Ad aprile, stando alla stima preliminare diffusa dall’Istat, l’inflazione in Italia aumenta dello 0,3% su base mensile e dell’1,8% annuo. La variazione tendenziale evidenzia un’accelerazione rispetto al +1,4% di marzo, derivante soprattutto dalla cr…