1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: prosegue trend calo fiducia, stabilizzazione consumi non basta per spingere ripresa (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prosegue il trend discendente della fiducia dei consumatori in Italia, attestatasi a novembre a 100,2, livello minimo dallo scorso febbraio. Il trend di calo dura da sei mesi, dopo che lo scorso maggio era stato toccato un picco da 4 anni a 106,1. “Il dettaglio è misto e non uniformemente negativo – commenta Paolo Mameli, senior economist Direzione centrale Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo – se continuano a calare le valutazioni sulla situazione personale degli intervistati e le condizioni correnti, viceversa le famiglie sono meno pessimiste riguardo al clima economico nazionale (sia corrente che atteso) e risultano stabili, dopo la flessione dei mesi scorsi, i giudizi sul clima futuro. Una nota meno negativa viene anche dal rientro, dopo il rimbalzo del mese scorso, delle aspettative sulla disoccupazione”. Il dato odierno, assieme all’ulteriore flessione comunicata ieri dall’Istat delle vendite al dettaglio a settembre (in calo per il quinto mese consecutivo, di -0,1% m/m e -0,5% a/a), conferma che le prospettive per la spesa delle famiglie restano poco brillanti. “I consumi di contabilità nazionale hanno smesso di calare (anzi è l’unica componente di domanda domestica che vediamo in crescita quest’anno, di 0,2%; per il 2015 ci aspettiamo un’accelerazione a 0,7%), ma la ripresa è talmente debole da non riuscire a compensare il protrarsi della contrazione degli investimenti”, conclude Mameli.