1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Italia: pareggio di bilancio anticipato al 2013 ed inserito in costituzione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Al termine di colloqui con i leader europei il governo italiano ha deciso di anticipare i provvedimenti contenuti nella manovra per il rientro dei conti pubblici italiani. “Non stiamo cambiando l’impianto della manovra, stiamo solo anticipando i provvedimenti già contenuti in essa”. Lo ha dichiarato il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel corso della conferenza stampa congiunta alla quale hanno partecipato anche il Ministro dell’Economia Tremonti ed il sottosegretario alla Presidenza, Gianni Letta. Anticipati dal premier, i 4 pilastri della manovra sono stati illustrati dal Ministro dell’Economia. “Due riguardano la finanza pubblica e due crescita e sviluppo”, ha detto Tremonti. Il primo pilastro è rappresentato dall’inserimento nella costituzione del principio del pareggio del bilancio pubblico; anche il secondo riguarda il pareggio di bilancio, che sarà anticipato al 2013, dal 2014 stabilito in precedenza. Il terzo punto cardine è rappresentato dalla modifica dell’articolo 41 della Costituzione per ampliare la libertà di impresa. Tremonti ha definito la riforma “la madre di tutte le liberalizzazioni” che introdurrà nel nostro Paese il principio che “è tutto libero tranne ciò che è vietato”. Il quarto punto riguarda invece la riforma del mercato del lavoro.