Italia: a ottobre commercio extra Ue in surplus a 1,5 miliardi

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 22/11/2012 - 10:28
A ottobre, rispetto al mese precedente, l'Italia ha registrato una crescita per entrambi i flussi commerciali: +0,7% per le esportazioni e +1,1% per le importazioni. Lo rilevano i dati pubblicati dall'Istat. L'incremento congiunturale delle esportazioni ha riguardato energia (+6,2%) e beni strumentali (+3,4%), mentre beni di consumo e prodotti intermedi hanno registrato una flessione (rispettivamente -1,9% e -1,3%). La crescita congiunturale delle importazioni ha interessato i principali raggruppamenti di beni, e in particolare quelli strumentali (+3,6%). I beni di consumo durevoli sono calati del 2,9%. Nell'ultimo trimestre la dinamica congiunturale delle esportazioni è stata positiva (+0,7%) ed è stata trainata dai beni di consumo non durevoli (+3,0%) e dai prodotti intermedi (+2,6%). L'energia (-2,8%) e i beni strumentali (-1,6%) hanno mostrato invece una variazione congiunturale negativa. Sempre nell'ultimo trimestre, l'Istat ha rilevato anche per le importazioni una crescita congiunturale (+1,5%), sostenuta dall'energia (+5,8%) e, in misura minore, dai beni di consumo non durevoli (+1,5%). I beni strumentali (-8,1%) sono in forte flessione. Su base annua le esportazioni hanno presentato un notevole incremento (+17,2%), che ha coinvolto tutti i principali comparti. La più contenuta crescita delle importazioni (+2,3%) è dovuta soprattutto all'energia (+7,8%), mentre i beni di consumo durevoli (-6,4%) hanno registrato una marcata flessione. A ottobre 2012 la bilancia commerciale con i paesi extra Ue ha mostrato un avanzo di 1,5 miliardi di euro, in netto miglioramento rispetto a ottobre 2011 (-657 milioni). Nello stesso mese è migliorato anche l'avanzo nell'interscambio di prodotti non energetici, che passa da 4,4 a 6,7 miliardi.
COMMENTA LA NOTIZIA