1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: Ocse vede recessione più dura, -1% del Pil nel 2013

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Recessione più severa di quanto previsto dal governo per l’Italia nel corso del 2013. E’ quanto pronostica l’Ocse nell’outlook diffuso oggi che vede il Pil italiano contrarsi dell’1% il prossimo anno, andamento peggiore rispetto al -0,4% indicato in precedenza dalla stessa Ocse. Quest’anno invece la caduta del Pil dovrebbe attestarsi a -2,2%. Il ritorno alla crescita su base annua è atteso nel 2014 con un moderato +0,6%, anche se l’economia dovrebbe tornare a mostrare segnali di ripresa già nel corso del 2013.
L’Ocse sottolinea che in Italia la politica di riforme strutturali favorevoli alla crescita e al consolidamento fiscale è ben avviata, tuttavia l’economia è vista ancora in contrazione nel breve termine riflettendo gli effetti negativi della stretta di bilancio, la bassa fiducia e la stretta creditizia.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Ferragamo: titolo maglia nera sul Ftse Mib, cede circa il 5%

Salvatore Ferragamo indossa la maglia nera sull’indice Ftse Mib, dove mostra un ribasso di circa 5 punti percentuali a 26,87 euro, complice il declassamento della Cina deciso da Moody’s. L’agenzia Usa ha tagliato, per la prima volta dal 1989, il rati…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in frazionale rialzo rispetto al fixing di ieri che era pari a -0,330 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento. …