Italia: Ocse vede recessione più dura, -1% del Pil nel 2013

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 27/11/2012 - 11:32
Recessione più severa di quanto previsto dal governo per l'Italia nel corso del 2013. E' quanto pronostica l'Ocse nell'outlook diffuso oggi che vede il Pil italiano contrarsi dell'1% il prossimo anno, andamento peggiore rispetto al -0,4% indicato in precedenza dalla stessa Ocse. Quest'anno invece la caduta del Pil dovrebbe attestarsi a -2,2%. Il ritorno alla crescita su base annua è atteso nel 2014 con un moderato +0,6%, anche se l'economia dovrebbe tornare a mostrare segnali di ripresa già nel corso del 2013.
L'Ocse sottolinea che in Italia la politica di riforme strutturali favorevoli alla crescita e al consolidamento fiscale è ben avviata, tuttavia l'economia è vista ancora in contrazione nel breve termine riflettendo gli effetti negativi della stretta di bilancio, la bassa fiducia e la stretta creditizia.


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA