1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Italia: Ocse taglia a +1,1% la stima su pil 2011

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuovo ritocco al ribasso delle stime sulla crescita italiana da parte dell’Ocse. L’organizzazione parigina, nel suo Economic Outlook ha portato a +1,1% la stima di crescita del pil italiano nel 2011 rispetto al +1,2% previsto lo scorso 9 maggio. Già in quell’occasione l’Ocse aveva limato lievemente la stima di crescita sull’Italia portandola all’1,2% dall’1,3% precedente. Confermato invece il +1,6% per il 2012. Il rapporto Ocse non manca di rimarcare la capacità del Belpaese di mantenere i conti pubblici sotto controllo con il deficit dimostratosi migliore delle attese nel 2010. Roma è chiamata a rispettare gli impegni anche quest’anno e il prossimo puntando, oltre allo stretto controllo della spesa pubblica, anche su ulteriori miglioramenti nelle entrate fiscali. L’Ocse sottolinea come l’economia italiana abbia bisogno di trovare nuovo slancio con riforme volte a migliorare il potenziale dell’economia e così ridurre il peso del debito.
Nel primo trimestre del 2011 il Pil dell’Italia è aumentato dello 0,1% sul trimestre precedente e dell’1% su base annua rallentando rispetto al ritmo di fine 2010. Sabato scorso è arrivato anche il taglio di outlook sull’Italia da stabile a negativo da parte di Standard & Poor’s che ha citato anche le prospettive di debole crescita economica.