Italia: a novembre fabbisogno settore statale in calo di 8.600 mln rispetto a un anno fa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A novembre il fabbisogno del settore statale è sceso in Italia a circa 69.300 milioni, inferiore di circa 8.600 milioni a quello dell’analogo periodo 2010, pari a 77.932 milioni. In termini omogenei, al netto dell’erogazione per il sostegno finanziario alla Grecia, che ad oggi è stato di circa 5.000 milioni a fronte dei circa 4.000 milioni dell’analogo periodo dell’anno precedente, il miglioramento del fabbisogno del 2011 risulta pari a circa 9.600 milioni. Il fabbisogno mensile di novembre 2011 si è attestato, in via provvisoria, a circa 8.500 milioni, a fronte dei 4.871 milioni di novembre del 2010. “Considerato l’andamento dei conti di cassa del settore statale registrato ad oggi – rimarca la nota del Ministero dell’Economia e delle Finanze – si ritiene che il fabbisogno annuale possa collocarsi al di sotto dell’ultima stima ufficiale, pari a 64.800 milioni.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…