Italia: a novembre fabbisogno settore statale in calo di 8600 mln rispetto a un anno fa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A novembre il fabbisogno del settore statale è sceso in Italia a circa 69.300 milioni, inferiore di circa 8.600 milioni a quello dell’analogo periodo 2010, pari a 77.932 milioni. In termini omogenei, al netto dell’erogazione per il sostegno finanziario alla Grecia, che ad oggi è stato di circa 5.000 milioni a fronte dei circa 4.000 milioni dell’analogo periodo dell’anno precedente, il miglioramento del fabbisogno del 2011 risulta pari a circa 9.600 milioni. Il fabbisogno mensile di novembre 2011 si è attestato, in via provvisoria, a circa 8.500 milioni, a fronte dei 4.871 milioni di novembre del 2010. “Considerato l’andamento dei conti di cassa del settore statale registrato ad oggi – rimarca la nota del Ministero dell’Economia e delle Finanze – si ritiene che il fabbisogno annuale possa collocarsi al di sotto dell’ultima stima ufficiale, pari a 64.800 milioni.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Francia: fiducia consumatori stabile a 100 ad aprile

La fiducia dei consumatori francesi rimane stabile nel mese di aprile. Il dato diffuso stamattina dall’Insee si mantiene stabile a 100 per il quarto mese consecutivo, in linea con le attese del mercato.

Market mover: l’agenda macro della giornata

L’agenda macro di oggi è povera di indicazioni. L’unico dato di rilievo in uscita oggi riguarda le scorte settimanali di greggio negli Stati Uniti. In uscita anche le vendite al dettaglio in Canada. Nel dettaglio:
16:00 USA Scorte greggio e derivat…

Giappone: fiducia Pmi in calo più del previsto ad aprile

In Giappone la fiducia delle piccole e medie imprese ha mostrato un calo maggiore del previsto attestandosi ad aprile a 48,6 punti dai 50,5 punti del mese precedente. Gli analisti si aspettavano una fiducia in discesa a 49,4 punti….

Australia: inflazione salita al 2,1% annuo nel I trimestre

In Australia l’inflazione si è attestata nel primo trimestre al 2,1% annuo, in deciso rialzo rispetto all’1,5% precedente ma leggermente sotto le attese degli analisti pari al 2,2%. Rispetto al trimestre precedente l’indice dei prezzi al consumo ha m…