Italia: nel 2009 Pil in calo del 2%, segni di ripresa nel 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il 2009 sarà peggio del 2008 con un’ulteriore riduzione del Pil del 2%. Le cose inizieranno a migliorare solo nel 2010, quando è attesa una mini crescita dello 0,3%, che poi si rafforzerà nel 2011. Queste le previsioni che si leggono nell’ultimo aggiornamento del programma di stabilità redatto dal ministro Giulio Tremonti. Non migliorerà invece la disoccupazione, che è tornata a salire. Nel 2009 dovrebbe attestarsi all’8,2% e a questo livello si manterrà anche per il 2010 e 2011. Di fronte a questo scenario, slitta nel tempo l’obiettivo di pareggio del bilancio.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: crescita economica ai minimi da tre anni nel Q1

Nel primo trimestre la crescita statunitense si è attestata allo 0,7%, in calo rispetto al 2,1% degli ultimi tre mesi del 2016. Si tratta del dato minore degli ultimi tre anni. Gli analisti avevano stimato un +1,3%.

MACRO

Istat: industria, a marzo prezzi alla produzione a +3,1% a/a

L’Istat comunica che a marzo l’indice dei prezzi alla produzione dell’industria rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta del 3,1% nei confronti di marzo 2016. I prezzi alla produzione dell’industria, sul mercato interno, diminuiscono de…

Inflazione: Istat, ad aprile accelerazione a +1,8% annuo

Ad aprile, stando alla stima preliminare diffusa dall’Istat, l’inflazione in Italia aumenta dello 0,3% su base mensile e dell’1,8% annuo. La variazione tendenziale evidenzia un’accelerazione rispetto al +1,4% di marzo, derivante soprattutto dalla cr…