1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: Morgan Stanley stima contrazione pil dell’1% nel 2012, disoccupazione al 10%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il 2012 sarà l’anno del ritorno in recessione per l’Italia. L’outlook 2012 sull’economia mondiale di Morgan Stanley vede l’economia italiana contrarsi dell’1% nel 2012 dal +0,6% di quest’anno. Nel 2013 è prevista una moderata ripresa con un +0,2% del pil. Queste stime si riferiscono allo scenario base, mentre in quello più negativo la contrazione del pil il prossimo anno potrebbe essere addirittura del 3%.
“Il nuovo governo Monti probabilmente annuncerà ulteriori misure di austerity – sottolinea Morgan Stanley con lo scavare più a fondo nelle tasche delle famiglie italiane che sembra essere la forma che la repressione finanziaria avrà luogo”. Misure di austerità che secondo la banca d’affari statunitense porteranno a una diminuzione del deficit di bilancio, ma in percentuale al pil il miglioramento sarà meno imponente. Le stime di MS sono di un rapporto debito/pil in ascesa al 120,4% nel 2011, 123,3% nel 2012 e al 124,3% nel 2013. La disoccupazione è vista in forte crescita al 10% il prossimo anno dall’8,3% di quest’anno.