Italia: Moody's rivede al ribasso le stime del Pil, nel 2012 vista contrazione tra il 2,5 e l'1,5%

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 30/08/2012 - 10:43
Moody's ha tagliato le stime sul Pil italiano. L'agenzia di rating statunitense, all'interno del suo rapporto sulle prospettive economiche globali, ha previsto che nel 2012 il Prodotto interno lordo del Belpaese subirà una contrazione tra il 2,5 e l'1,5% mentre nel 2013 le attese di Moody's sono per una flessione del Pil tra l'1% e una variazione nulla. La revisione delle stime si inquadra, si legge nel testo, in un contesto di moderata recessione per la zona euro. "Il rischio di ulteriori turbolenze sui mercati finanziari nell'eurozona rimangono elevate", si legge nel rapporto degli analisti. "Inoltre, l'incertezza politica e finanziaria in Grecia e la potenziale tensione sul finanziamento in Spagna e Italia potrebbero accrescere il rischio di un forte dissesto economico e finanziario nella zona euro che potrebbe riflettersi a livello globale".
COMMENTA LA NOTIZIA