Italia: medie imprese meno fiduciose sul 2012, solo il 38% prevede aumento fatturato

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 13/04/2012 - 10:40
Le medie imprese italiane sono meno fiduciose per il 2012. Solo il 38% delle aziende prevede un aumento del fatturato, contro il 50,2% a consuntivo del 2011, e solo il 32,6% si aspetta un incremento della produzione, contro il 39,7% registrato lo scorso anno. E' quanto emerge dall'indagine effettuata da Mediobanca e Unioncamere su un campione rappresentativo delle medie imprese d'Italia (ossia quelle con 50-499 dipendenti e 15-330 milioni di fatturato). Le esportazioni giocheranno anche quest'anno un ruolo centrale (gli ordinativi esteri saranno in crescita per il 39,8% delle imprese), mentre l'andamento del mercato interno sarà più debole (solo il 15,9% si attende un rialzo rispetto al 2011, contro il 32% di quelle che ne prevedono una flessione). Per quanto riguarda gli investimenti, le medie imprese continueranno a puntare soprattutto sui macchinari, sulle apparecchiature informatiche e sui software e servizi informatici, così come fatto nel 2011.
COMMENTA LA NOTIZIA