Italia: Istat, povertà stabile nel 2009 ma peggiora l'intensità nel Sud -2

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 15/07/2010 - 11:47
Sebbene i livelli siamo rimasti invariati è peggiorata l'intensità soprattutto nel Sud Italia: "Il numero di famiglie assolutamente povere è rimasto pressoché identico, ma le loro condizioni medie sono peggiorate", si legge nella nota odierna. Nel Mezzogiorno alla più ampia diffusione della povertà, circa quattro volte superiore al resto del Paese, si associa anche una maggiore gravità del fenomeno. L'intensità è, infatti, pari al 22,5% e la spesa media mensile equivalente delle famiglie povere residenti nel Sud e nelle Isole è di circa 50 euro inferiore a quella delle famiglie povere del Centro-nord. Secondo la ricerca, situazioni gravi si osservano tra le famiglie residenti in Sicilia (24,2%), in Campania e in Basilicata (25,1%) ma la peggiore è quella della Calabria dove l'incidenza di povertà (27,4%) è significativamente superiore. Invece, l'Emilia Romagna rappresenta la regione con la più bassa incidenza di povertà (pari al 4,1%), seguono la Lombardia, il Veneto e la Liguria, con valori inferiori al 5%.
COMMENTA LA NOTIZIA