Italia: Istat, Pil 2014 in crescita dello 0,6% ma restano rischi ed incertezze

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 28/05/2014 - 11:11
Nel 2014 l'Istat prevede un aumento del Pil italiano pari allo 0,6% in termini reali. Per il biennio successivo, la crescita dell'economia italiana si attesterebbe all'1% nel 2015 e all'1,4% nel 2016. E' quanto si legge nel Rapporto annuale 2014 redatto dall'istituto di statistica in cui spiega che queste previsioni sono soggette tuttavia a rischi e incertezza derivanti dall'andamento della domanda globale, dalle condizioni di accesso al credito e dagli effetti delle politiche economiche.

Nel 2014 la crescita del Pil sarebbe guidata in larga misura dal contributo della domanda interna al netto delle scorte (+0,4 punti percentuali). Quest'ultima troverebbe sostegno nella risalita della spesa per consumi delle famiglie (a sua volta supportata da un incremento del reddito disponibile nominale superiore all'inflazione) e dal recupero dei tassi di accumulazione, grazie alle aspettative di ripresa del ciclo economico, nell'ipotesi di una graduale distensione delle condizioni di accesso al credito. Negli anni successivi, aumenterebbe il supporto fornito dalle componenti interne di domanda (+0,9 punti percentuali nel 2015, +1,3 punti percentuali nel 2016) grazie al rafforzamento della dinamica dei consumi e degli investimenti.
COMMENTA LA NOTIZIA