1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: immatricolazioni di auto superano quota 1 milione nel primo semestre, operatori cauti

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Diciassettesimo incremento a due cifre in diciotto rilevazioni e venticinquesimo aumento mensile consecutivo per le immatricolazioni di auto in Italia. È quanto emerge dalle statistiche diffuse dal Ministero dei Trasporti. A giugno la motorizzazione ha immatricolato 165.208 auto, l’11,88% in più rispetto allo stesso mese del 2015. Il dato cumulato relativo il primo semestre segna un incremento del 19,15% (1.041.854 unità).

“I volumi registrati a giugno toccano il livello più alto, per questo mese, dal 2012”, ha commentato Aurelio Nervo, Presidente dell’ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica). “Per quanto riguarda la chiusura del primo semestre -continua Nervo- è la prima volta, dal 2011, che le immatricolazioni complessive superano il milione di unità”.

Per il diciottesimo mese consecutivo, Fiat Chrysler Automobiles ha fatto meglio del mercato registrando vendite in aumento del 13,6% e una quota del 28,7%, in crescita di oltre 0,4 punti percentuali. A livello di brand, riporta la nota di FCA, “giugno molto positivo per Alfa Romeo che chiude il mese con le immatricolazioni in crescita del 34,1 per cento […] segno positivo anche per Jeep (+20,3 per cento) e per Fiat: +13,9 per cento”. Continua il dominio dei modelli FCA nella top ten, con 6 vetture presenti in classifica di cui tre (Panda, 500L e Ypsilon) sul podio.

Secondo Federauto, la Federazione che riunisce i Concessionari di auto, il nuovo balzo delle immatricolazioni è riconducibile alle promozioni messe in campo da case e concessionari. “Dopo il risultato sbalorditivo di maggio (+27,3%), Federauto ha monitorato costantemente l’andamento delle targhe di giugno constatando che ha viaggiato mediamente in un range compreso tra lo 0 e il +5%”, ha commentato il presidente, Filippo Pavan Bernacchi. “Il colpo di reni dell’ultimo giorno, anche grazie alle kilometrizero, ha portato a questo +11,9%”.

Si tratta di un aumento “conseguito con una spinta enorme di case e concessionari, che in ballo avevano anche l’obiettivo semestrale” e, su queste basi, “prevediamo che il secondo semestre viaggerà a un tasso di crescita inferiore”. Federauto si attende un mercato 2016 in crescita del 15% rispetto al 2015.