1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: Giovannini (Istat), il 2010 presenta ancora forti rischi di instabilità

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Se il biennio 2008-2009 è stato straordinariamente difficile per l’economia mondiale e il sistema economico italiano, il 2010, avviatosi sotto il segno di una ripresa della produzione e degli scambi internazionali, presenta ancora forti rischi di instabilità”. Lo ha detto il presidente dell’Istat, Enrico Giovannini, a Montecitorio in occasione della presentazione del Rapporto Annuale Istat sulla situazione del Paese. Secondo quanto rilevato dall’istituto nazionale di statistica, l’Italia ha registrato nel 2008-2009, la flessione del Pil più accentuata tra le maggiori economie europee, con un calo del 6,3%, contro il 3,8% della Germania e l’1,7% della Francia. Sommando questo risultato all’espansione modesta degli anni precedenti, per l’intero periodo 2001-2009 l’Italia è, in assoluto, il paese dell’Ue la cui economia è cresciuta meno: appena l’1,4%, contro il 12,1% dell’Ue. “In Italia la caduta del prodotto è stata molto accentuata e più forte di quella registrata negli altri grandi paesi industrializzati – ha dichiarato Giovannini – il Pil è tornato ai livelli dell’inizio degli anni 2000”.