Italia: forte delusione sul titolo 5 anni, curva lancia segnali di appiattimento

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 27/03/2013 - 11:53
Il Tesoro italiano ha collocato 6,9 miliardi di euro di Btp a 5 e 10 anni, poco sotto il target massimo di 7 miliardi. Se il rendimento sul decennale è sceso lievemente, attestandosi al 4,66% dal 4,83%, la stessa cosa non si può dire del titolo a 5 anni, che ha visto il tasso medio salire al 3,65% (dal precedente 3,59%). Male anche il bid-to-cover sulla scadenza più breve, che è stato di 1,2 volte l'offerta.

È stata un'asta particolarmente deludente. La domanda non è stata eccezionale per entrambi i titoli in collocamento. Addirittura sulla scadenza a 5 anni il Tesoro non è riuscito a collocare il massimo previsto (4 miliardi), nonostante il rialzo dei rendimenti. La curva dei tassi sta lanciando pericolosi segnali di appiattimento, fenomeno che preannuncia un certo ritorno delle tensioni, dato che queste tendono a ripercuotersi soprattutto sulla parte più breve della curva.

Sull'asta ha inciso molto lo scenario politico incerto che il Paese sta vivendo. È bastato questo a tenere lontano gli investitori esteri che temono l'ingovernabilità della penisola. Oggi si chiuderanno le consultazioni e domani il leader del centrosinistra, Bersani è atteso al Quirinale. L'ipotesi di un ritorno alle urne potrebbe spaventare gli investitori mondiali con rischio di fuga dei capitali dal nostro Paese e forti discese di borsa.

Lo spread questa mattina si è riportato stabilmente sopra 340 punti base frutto di queste tensioni politiche. Domani potremmo assistere a una salita sopra i 350 punti base, nuovi massimi da dicembre scorso. L'allargamento dello spread è frutto del rialzo dei tassi sui Btp e della contestuale flessione dei rendimenti sul Bund, segnale questo di un ritorno dell'avversione al rischio tra gli operatori.

Male anche l'euro/dollaro che è sceso ai nuovi minimi dal 21 novembre scorso a 1,2786. Forte peggioramento anche dei mercati azionari che hanno accentuato il calo di inizio seduta.

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG
COMMENTA LA NOTIZIA