Italia: favorire la crescita e ridurre il debito, queste le due priorità dell'esecutivo Monti (Barclays Capital)

Inviato da Luca Fiore il Lun, 14/11/2011 - 12:26
Ieri il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito a Mario Monti l'incarico di formare un nuovo governo, che ha accettato con riserva. Le consultazioni inizieranno questa mattina e dovrebbero chiudersi domani pomeriggio, quando saranno sentite le parti sociali. Il neo esecutivo potrebbe chiedere la fiducia al Parlamento entro la fine della settimana.

"Riteniamo che un governo tecnico -si legge in una nota di Barclays Capital- avrà maggiori possibilità di convincere il parlamento ad approvare le riforme strutturali. Ma nonostante un contesto politico più positivo, ci vorrà del tempo prima che l'Italia possa riguadagnare la piena fiducia dei mercati". "È quindi essenziale -prosegue il report- che la Banca centrale continui ad acquistare i titoli italiani su secondario". "Secondo noi la due maggiori priorità del nuovo governo saranno l'implementazione delle riforme strutturali per favorire la crescita ed un piano di privatizzazioni destinato a ridurre il debito pubblico". "Non crediamo che Monti governerà fino alla fine della legislatura (maggio 2013) visto che i maggiori partiti (ed in particolare tra quelli della ex maggioranza) sono orientati per le elezioni anticipate nel 2012".

COMMENTA LA NOTIZIA