Italia: fatturato imprese estere a 493 mld nel 2011, prima posizione per gli Usa

Inviato da Luca Fiore il Mar, 17/12/2013 - 16:50
Le imprese a controllo estero residenti in Italia nel 2011 erano 13.527 e occupavano quasi 1,2 milioni di addetti. "Al netto delle attività finanziarie e assicurative -si legge in uno studio dell'Istituto centrale di statistica diffuso oggi- queste imprese realizzano in Italia un fatturato di 493 miliardi di euro e un valore aggiunto di 96,6 miliardi".

"Le multinazionali estere contribuiscono ai principali aggregati economici nazionali dell'industria e dei servizi con il 7,1% degli addetti, il 16,4% del fatturato e il 13,4% del valore aggiunto". Particolarmente rilevante il contributo di queste imprese alla spesa privata in ricerca e sviluppo, pari al 24,2%.

"Le controllate estere hanno una dimensione media di 88,6 addetti e realizzano una migliore performance rispetto alle imprese a controllo nazionale in termini sia di produttività sia di redditività", rileva l'Istat.

Le multinazionali estere contribuiscono a un quarto delle esportazioni nazionali (25,3%) mentre il loro apporto sugli acquisti dai mercati internazionali è del 44,5%. Gli Stati Uniti sono il paese con il maggiore numero di imprese e di addetti a controllo estero in Italia (2.250 imprese con oltre 268 mila addetti).
COMMENTA LA NOTIZIA