1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: disoccupazione sale a novembre, gli italiani tornano a cercare lavoro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il rapporto mensile Istat sul mercato del lavoro vede il tasso di disoccupazione all’11,9% nel mese di novembre, cresciuto di 0,2 punti su base mensile e di 0,5 punti sullo stesso periodo del 2015. Il dato è stato superiore alle stime degli analisti censiti da Bloomberg, ferme all’11,6%. Si tratta del livello più alto dopo giugno del 2015. A livello di numeri i disoccupati salgono a 3,09 milioni, +57mila su ottobre e +165mila su novembre 2015.

Più italiani alla ricerca di un lavoro: tasso di inattività ai minimi storici
Secondo Istat l’aumento è stato causato anche da una maggior propensione degli italiani a ricercare un’occupazione. Il numero degli inattivi fra i 15 e 64 anni è infatti sceso di 93mila unità rispetto al mese precedente e di 469mila unità rispetto a novembre 2015. Il tasso di inattività è al 34,8%, sui minimi storici.

Preoccupa invece il ritorno della mancanza di lavoro fra i giovani. In un solo mese il tasso di disoccupazione giovanile ha registrato un balzo di 1,8 punti percentuali, attestandosi al 39,4 per cento.

“Questi dati dimostrano che nessuna riforma del lavoro può funzionare fino a che i consumi restano al palo e questo per la semplice ragione che fino a che le famiglie non acquistano, le imprese non vendono e non necessitano, quindi, di lavoratori aggiuntivi” sostiene Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“E’ evidente, quindi, che fino a che i consumi delle famiglie salgono dello 0,3% sul trimestre precedente e dell’1,2% su base annua, non si va da nessuna parte. Semmai ripartono a funzionare gli impianti ed i lavoratori già occupati smettono di restare con le braccia incrociate” conclude Dona.