1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: crescita allo 0,9% nel 2011, +1,3% nel 2012 -Abi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le turbolenze legate alla sostenibilità del debito pubblico di alcuni Paesi dell’Eurozona limiteranno la crescita economica dell’Italia per il 2010 all’1%, mentre nel corso del 2011 le difficoltà internazionali potrebbero far segnare un +0,9%, per poi toccare un tasso di sviluppo dell’1,3% nel 2012. Sono le stime dell’Ufficio Studi Abi, diffuse oggi, nel rapporto di previsione AFO-Financial Outlook 2010-2012. “Fino a tutto il 2011 è previsto un peggioramento dei principali indicatori legati al mercato del lavoro” si legge nella nota. Il tasso di disoccupazione è infatti previsto all’8,5%, per poi scendere nel 2012 all’8%. Non troppo rosee anche le previsioni sulla finanza pubblica. “In un contesto di permanente gap tra il costo medio del debito e il tasso di crescita dell’economia, fino al 2012 non si interrompe l’ascesa del rapporto debito/Pil, che si collocherebbe al 119,1% nel 2010, al 120,2 nel 2011 e scenderebbe solo marginalmente a fine periodo (119,4%)”.