1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Italia: Commissione Ue taglia stime Pil, dimezzate previsioni crescita per il 2015

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Netta sforbiciata delle stime economiche sull’Italia da parte della Commissione Europea. Le stime d’autunno diffuse oggi dalla nuova Commissione presieduta da Jean-Claude Juncker vedono l’economia italiana contrarsi dello 0,4% nel corso di quest’anno rispetto al +0,6% indicato sei mesi fa nelle previsioni di primavera. La nuova previsione della Commissione Ue è peggiore rispetto al -0,3% indicato dal governo italiano.
Bruxelles ha anche dimezzato le stime di crescita per il 2015 a +0,6% dal +1,2% precedentemente indicato. Infine per il 2016 attesa un’accelerazione a +1,1%. Per quanto riguarda i conti pubblici, Bruxelles ritiene che il rapporto deficit/Pil sarà apri al 35 alla fine di quest’anno rispetto al 2,6% precedentemente indicato. Nel 2015 il deficit dovrebe tornare a diminuire attestandosi al 2,7% e poi al 2,2% nel 2016. Il debito è visto al 132,2% del Pil nel 2014, 133,8% nel 2015 e 132,7% nel 2016.