1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: commercio extra Ue, I sem. disavanzo record

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il petrolio, e più in generale le maggiori fonti energetiche importate, sono ancora la palla al piede dell’Italia nei conti con i paesi non aderenti all’Unione europea. Il deficit verso i soli paesi Opec è stato infatti pari a 6,3 miliardi di euro nei primi sei mesi, mentre il disavanzo complessivo accumulato fuori dall’Ue è salito a 5,4 miliardi di euro. Un valore del genere non si vedeva dal 1993, anno in cui la lira svalutata ci aveva automaticamente reso più poveri nei confronti con l’estero. Ma non solo di problema petrolio si può parlare, per la competitività italiana nel mondo. Il disavanzo con la Cina, arrivato a 4,6 miliardi di euro nel periodo considerato, sono lo specchio della difficoltà di reggere il confronto con le economie aggressive. Complessivamente nei primi sei mesi dell’anno le esportazioni sono aumentate del 7,4%, e le importazioni del 13,8%.