Italia: Cgil, a rischio un milione di posti

Inviato da Redazione il Lun, 24/08/2009 - 08:29
Da più parti si parla di ripresa ormai vicina a livello globale, ma queste rassicurazioni non convincono i sindacati italiani. Un milione di posti di lavoro sono a rischio fino alla metà del 2010. E' la previsione è della Cgil sulla base delle stime Ires. "La dinamica negativa del Pil, con un -6% nel 2009, ed il passaggio del tasso di disoccupazione dal 6,3% al 9,4% quest'anno ed al 10,3% nel 2010 comporta tra gli 800mila ed un milione di posti di lavoro a rischio sino alla metà dell'anno prossimo", ha detto il segretario confederale Cgil, Agostino Megale. Chiaro il meggaggio all'esecutivo: è necessario "dare immediata attuazione al tavolo anticrisi che da tempo chiediamo" con la convocazione già "a settembre da parte del governo alle parti sociali". Megale lancia poi a Cisl e Uil un appello a fare fronte comune: "L'autunno non può che vedere il tema della crisi e dell'occupazione come tema centrale, sui cui noi del sindacato dovremmo porci l'obiettivo di superare le divisioni, ricostruendo l'unità con Cisl e Uil".
COMMENTA LA NOTIZIA