1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Italia: per Berlusconi la ripresa è partita, Draghi invece invita alla prudenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ottimismo sulla ripresa da parte del premier Silvio Berlusconi, mentre il numero uno di Bankitalia, Mario Draghi, predica prudenza. “Sembra che sia alle nostre spalle e che sia iniziata, sia pure lentamente, la ripresa”, ha dichiarato ieri Silvio Berlusconi. Di contro Mario Draghi ha rimarcato come “la caduta si è fermata, ma siamo meno sicuri che si stia avviando una ripresa duratura”. Il volume della produzione industriale è tornato indietro di 20 anni, ha spiegato il governatore di Bankitalia nel corso della Giornata del Risparmio, e i disoccupati continueranno presumibilmente a salire fino a fine anno. Già nei 12 mesi da ottobre 2008 a settembre 2009 l’occupazione è calata del 3,3% con 650 mila posti in meno. Cifre contestate dal ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, che le ritiene azzardate rifacendosi ai dati Istat che evidenziano solo 378 mila posti bruciati.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: tonfo per l’indice Richmond Fed a maggio

L’indice Richmond Fed, che misura l’attività manifatturiera del distretto di Richmond, nel mese di maggio si è attestato a 1 punto, contro i 20 del mese precedente. Gli analisti avevano stimato 15 punti.

MACRO

Stati Uniti: vendite case nuove sotto le stime ad aprile

Ad aprile l’indice statunitense che misura le vendite di case nuove è passato da 642 a 569 mila unità. Il dato a marzo aveva fatto segnare il livello maggiore degli ultimi 10 anni. Gli analisti avevano stimato 611 mila.

MACRO

Stati Uniti: PMI servizi sopra le stime a maggio

Meglio del previsto l’indicatore statunitense che misura il sentiment dei direttori degli acquisti (PMI) del comparto servizi, salito a maggio, in versione preliminare, da 53,1 a 54 punti. Gli analisti avevano stimato 53,3 punti.