Italia: +2,4% le entrate 2012 trainate dall'Imu, pressione fiscale salita al 44%

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 01/03/2013 - 12:34
Le entrate totali delle Amministrazioni pubbliche nel 2012 sono state pari al 48,1% del Pil, aumentate del 2,4% rispetto all'anno precedente. Lo rende noto l'Istat nella nota su Pil e indebitamento PA. Le entrate correnti hanno registrato un incremento del 3,1%, attestandosi al 47,7% del Pil. In particolare, le imposte indirette sono cresciute del 5,2%, trainate prevalentemente dal gettito dell'Imposta Municipale Unica (IMU) e dall'aumento delle accise sugli oli minerali. Le imposte dirette sono risultate in crescita del 5,2%, essenzialmente per effetto dell'aumento dell'Irpef, della relativa addizionale regionale e dell'imposta sostitutiva su ritenute, interessi e altri redditi di capitale, che riflette le modifiche al regime di tassazione delle rendite finanziarie. I contributi sociali effettivi hanno segnato una sostanziale stabilità (-0,1%).
La pressione fiscale complessiva (ammontare delle imposte dirette, indirette, in conto capitale e dei contributi sociali in rapporto al Pil) è risultata pari al 44%, in aumento di 1,4 punti percentuali rispetto al 2011.


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA