1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: -20% per le immatricolazioni di auto a novembre, Fiat fa meglio del mercato

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non si arresta il calo delle vendite di auto. Il Ministero dei Trasporti poco fa ha annunciato che a novembre la Motorizzazione ha immatricolato 106.491 autovetture, il 20,1% nel confronto con il novembre 2011. Il dato registra una ricaduta rispetto a ottobre, quando la contrazione si era attestata al 12,06%, ed è peggiore rispetto al -10/-15% stimato dagli analisti.

Nei primi 11 mesi le immatricolazioni registrano un rosso annuo del 19,72% a 1.314.868 autovetture. “Il mercato italiano -si legge in una nota preparata dall’Unrae, l´Associazione delle Case automobilistiche estere presenti in Italia- è ormai da settembre 2011 costantemente con il segno negativo e dal dicembre scorso il calo è diventato ogni mese a due cifre“. “Il 2012 -continua la nota- si chiuderà con un mercato che supererà di poco la soglia di 1.400.000 vetture, dipendendo molto da quanto l’ultimo e corposo pagamento dell’Imu potrà incidere sulla propensione all’acquisto delle famiglie e sulle capacità di investimento degli imprenditori”.

Fiat fa meglio del mercato
Il Gruppo Fiat ha totalizzato 31.649 immatricolazioni, il 16,6% in meno rispetto a novembre 2011, portando la quota di mercato del Lingotto al 29,72%, dal 29,13% di ottobre e dal 28,46% di novembre 2011. “Con poco meno di 32 mila immatricolazioni -riporta una nota diffusa da Fiat Group- il Gruppo ottiene una quota del 29,7 per cento, 1,3 punti percentuali in più rispetto a ottobre 2011. Nel progressivo dell’anno il Gruppo Fiat immatricola oltre 389 mila vetture per una quota del 29,6 per cento, 0,1 punti percentuali in più rispetto al 2011”.

Fiat ha fatto meglio del mercato anche in Francia, dove a fronte di un -19,2% del mercato i dati diffusi dal Comitè des constructeurs francais d’automobiles hanno rilevato una contrazione del 7,6%, e in Spagna, dove, con un mercato in calo del 20,3% le vendite del brand Fiat sono cresciute del 3% annuo. Indicazioni positive anche dal Brasile, dove a novembre il Lingotto ha confermato la sua leadership con una quota di mercato al 24%, e dai dati in arrivo dagli Stati Uniti. Il mese scorso Chrysler ha immatricolato 122.565 vetture, il 14% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, e Fiat ha registrato un progresso nelle vendite del 123%.

L’Unrae vede nero, per il Csp le immatricolazioni potrebbero tornare a crescere
Per quanto riguarda i prossimi mesi, “la raccolta ordini -si legge nel comunicato Unrae- ha registrato in novembre un ennesimo calo (-14%) a oltre 110.000 unità, che portano il cumulato gennaio-novembre a poco più di 1.270.000 contratti, in flessione di circa il 20%”. Per quanto riguarda il 2013, e in assenza di interventi concreti, “le immatricolazioni, realisticamente, rischieranno di scendere sotto i valori di quest’anno, a circa 1.360.000 auto vendute”.

Indicazioni positive arrivano invece dal Centro Studi Promotor GL events. Secondo il presidente del Csp, Gian Primo Quagliano, il mercato dell’auto potrebbe riprendersi “se dalle elezioni di primavera scaturirà una situazione in grado di rassicurare non solo i mercati finanziari ma anche i consumatori”. In questo caso, ha sottolineato Quagliano nel corso dell’inaugurazione del 37° Motor Show di Bologna, “si potrà determinare un moderato recupero di fiducia che dovrebbe consentire una modesta ripresa delle vendite di auto”. Secondo il Csp le immatricolazioni nel 2013 potrebbero crescere del 10,7% a 1.550.000 unità (-34% rispetto al periodo ante-crisi).