1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italcementi, per Credit Suisse caro il prezzo di acquisizione di Asec

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Italcementi ha annunciato l’intenzione di acquistare una partecipazione pari al 68% nell’egiziana Asec Cement da Arab Swiss Engineering Co, con l’obiettivo di comprare il 32% sul mercato nei prossimi due mesi. Il gruppo cementiero italiano entra ora in un periodo di esclusiva di due mesi, che includerà i processi di due diligence sugli asset di Asec, quinto produttore di cemento in Egitto per dimensioni. Come mettono in luce da Credit Suisse First Boston, l’annuncio è coerente con la strategia del gruppo di diversificazione geografica, focalizzata sull’investimento in mercati emergenti a elevato potenziale di crescita. Tant’è vero che Italcementi è già esposta in Egitto tramite la partecipazione in Ciments Francais. Il prezzo medio pagato per l’operazione sarà pari a 29-31 egp per azione, mentre la capitalizzazione di mercato di Asec, in base ai prezzi di chiusura di venerdì, è di 2.724 milioni di egp. Utilizzando un tasso di cambio Egy/$ pari a 5,80, dalla banca d’affari arrivano a un prezzo pagato per Ev/tonnellata che si aggira sui 198 dollari, che secondo gli analisti è collocato verso l’estremo superiore dei multipli relativi ad acquisizioni già fatte nella regione. Secondo Credit Suisse First Boston, che mantiene il rating “neutral” con target price a 13 euro su Italcementi, il prezzo è dunque elevato, sebbene alcune sinergie potrebbero essere raggiunte. Ciò significa che per la banca d’affari si tratterebbe di un’operazione con un impatto leggermente negativo sui fondamentali della società cementiera italiana.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Indagine procura di Campobasso

Usura bancaria: indagato ministro Paolo Savona

Il ministro degli affari europei Paolo Savona risulta indagato dalla procura di Campobasso per usura bancaria. All’epoca dei fatti avona era al vertice di Unicredit. Oltre al ministro altri nomi …

Dati Consulta Nazionale dei Caf

Fisco: pochi scelgono il 730 on line, 86% si rivolge al Caf

Agli italiani piace il 730 precompilato ma non così tanto visto che ancora l’86% preferisce rivolgersi al Caf per compilare la dichiarazione dei redditi. A dirlo i dati diffusi dalla …

Riassetti societari

Snaidero: maggioranza in mano al fondo IDeA Ccr

La maggioranza del capitale azionario della Snaidero Rino, azienda friulana attiva nella produzione di cucine componibili, dopo essere stata vicina al passaggio ad un soggetto industriale cinese, ora è in …