1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Italcementi: -3,8% per il fatturato 2012, indebitamento migliora di 100 milioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel corso dell’esercizio 2012 il Gruppo Italcementi ha registrato un fatturato di 4.480,1 milioni di euro, il 3,8% in meno rispetto al dato precedente. Nel corso del 2012 sono state avviate azioni di razionalizzazione dell’apparato produttivo fra cui il Progetto 2015′ per il mercato italiano che garantirà a regime un beneficio economico pari a circa 40 milioni di euro all’anno”. Gli oneri di tale progetto e la possibile riduzione di valore di alcune attività internazionali del Gruppo potranno incidere sull’andamento dei risultati 2012, mentre per il Mol corrente si confermano le attese segnalate a fine settembre 2012.Nonostante lo sfavorevole andamento congiunturale, l’indebitamento finanziario netto (circa 1.990 milioni di euro) migliora di circa 100 milioni rispetto ai livelli di fine 2011.

Commenti dei Lettori
News Correlate
OBBLIGAZIONARIO

Saipem: rinnovato e ampliato il Programma EMTN

Via libera del Cda di Saipem al rinnovo per un anno del programma di emissioni di prestiti obbligazionari non convertibili denominato Euro Medium Term Notes Programme (“EMTN”), in scadenza nel prossimo mese di luglio.

L’importo massimo delle obbl…

NUOVI CONTRATTI

Astaldi: nuovo contratto ferroviario da 82 milioni di euro in Polonia

Il Gruppo Astaldi si è aggiudicato i lavori di ammodernamento di una tratta della Linea ferroviaria E-59 Varsavia-Poznań (Lotto IV). Il valore delle opere da realizzare è pari a 82 milioni di euro, con Astaldi leader di un raggruppamento di impr…

IMMOBILIARE

Beni Stabili: venduto immobile a Luxottica per 114,5 milioni

Beni Stabili oggi ha firmato un accordo per la vendita al Gruppo Luxottica di un immobile, uso uffici, di 11.705 mq situato a Milano in via San Nicolao per circa 114,5 milioni di euro.

Il prezzo dell’immobile è superiore al valore di perizia e ge…

MERCATI

Mercati europei sotto la parità. BCE e BoE sotto i riflettori

Chiusura sotto la parità per le borse europee in scia della debolezza del comparto delle utilities (-2,4%), delle Tlc (-1,3%) e dell’automotive (-1,57%). A penalizzare quest’ultimo settore è stato il warning lanciato dalla tedesca Schaeffler (-10,87%…