Isvap: Giannini, "ci vogliono più aggregazioni"

Inviato da Laura Vezzoli il Ven, 23/06/2006 - 09:10
Sviluppo dimensionale ed aggregazioni, queste le parole d'ordine secondo il presidente dell'Isvap. Il settore assicurativo è reduce da un anno di successi, in cui redditività e premi sono aumentati, ma è proprio ora, secondo Giannini, che bisogna procedere ad un'analisi di rischi e opportunità, formulando le strategie adeguate. Un quarto del fatturato assicurativo italiano, circa 31 miliardi, è prodotto da imprese estere o da società italiane controllate da soggetti esteri. Il numero uno della società di controllo registra con preoccupazione questo trend di delocalizzazione dell'industria del risparmio gestito nazionale, imputabile ai vantaggi fiscali e alla maggior flessibilità regolamentare estere, e invita le compagnie italiane a rafforzarsi e a raggiungere adeguate economie di scala. Allo stesso tempo, aggiunge Giannini, "risulta auspicabile una crescita numerica delle imprese a vantaggio della concorrenza". Questi obiettivi secondo il numero uno dell'Isvap non sono inconciliabili e porterebbero al mercato una maggiore efficienza e qualità.

COMMENTA LA NOTIZIA