1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Lavoro ›› 

Istat: in Italia disoccupazione giovanile oltre il 35%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non si ferma la disoccupazione in Italia. Ad aprile il tasso di non impiegati nel nostro Paese, secondo L’Istat, si è attestato al 10,2%, +0,1% rispetto al dato di marzo e +2,2% annuo. Si tratta del peggior dato trimestrale dall’inizio del 2000, e del più alto dal 2004, quando furono istituite le serie storiche mensili.
Il numero di disoccupati in Italia è di 2,615 milioni, 38 mila in più rispetto a marzo, contro i circa 23 milioni di occupati (28 mila unità in meno).
A pesare secondo l’Istat è la contrazione nell’occupazione maschile, -155 mila unità in un anno. Il tasso di disoccupati maschi è aumentato del 2,1% annuo al 10%. In crescita anche il tasso di disoccupazione femminile, +2,6% al 12,2%.
Oltre il 35% la disoccupazione giovanile: i 15-24enni in cerca di lavoro sono 611 mila, +7,9% annuo. Gli inattivi di quella fascia d’età sono in leggero calo mensile.
La mancanza di lavoro è una piaga che affligge anche gli stranieri in Italia: sono disoccupati il 15,3% degli immigrati, contro il 12,1% del primo trimestre 2011.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATO DEL LAVORO

Disoccupazione ai minimi a 5 anni, ma è vera gloria? 4 GRAFICI danno (in parte) ragione al Jobs Act

La disoccupazione scende ai minimi dal 2012 con balzo ad aprile degli occupati. Esultano i principali esponenti del governo e l’ex premier Renzi, difendendo gli effetti positivi del Jobs Act. Quattro grafici danno ragione a Renzi, ma il livello dei senza lavoro in Italia rimane ampiamente sopra la media UE e anche il recupero in questi anni è stato più lento rispetto agli altri Paesi.

Uomini e donne: in Italia l’uguaglianza sul lavoro è ancora una chimera

Non si ferma la disoccupazione in Italia. Ad aprile il tasso di non impiegati nel nostro Paese, secondo L’Istat, si è attestato al 10,2%, +0,1% rispetto al dato di marzo e +2,2% annuo. Si tratta del peggior dato trimestrale dall’inizio del 2000, e del più alto dal 2004, quando furono istituite le serie storiche mensili.Il […]

Aziende: soddisfazione dei lavoratori in calo per la prima volta dal 2012

Non si ferma la disoccupazione in Italia. Ad aprile il tasso di non impiegati nel nostro Paese, secondo L’Istat, si è attestato al 10,2%, +0,1% rispetto al dato di marzo e +2,2% annuo. Si tratta del peggior dato trimestrale dall’inizio del 2000, e del più alto dal 2004, quando furono istituite le serie storiche mensili.Il […]

Ufficio: cosa sognano i lavoratori italiani?

Non si ferma la disoccupazione in Italia. Ad aprile il tasso di non impiegati nel nostro Paese, secondo L’Istat, si è attestato al 10,2%, +0,1% rispetto al dato di marzo e +2,2% annuo. Si tratta del peggior dato trimestrale dall’inizio del 2000, e del più alto dal 2004, quando furono istituite le serie storiche mensili.Il […]

Lavoro: le professioni più richieste del 2017

Non si ferma la disoccupazione in Italia. Ad aprile il tasso di non impiegati nel nostro Paese, secondo L’Istat, si è attestato al 10,2%, +0,1% rispetto al dato di marzo e +2,2% annuo. Si tratta del peggior dato trimestrale dall’inizio del 2000, e del più alto dal 2004, quando furono istituite le serie storiche mensili.Il […]