1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Istat: in frenata la produzione industriale a novembre, calo dello 0,5% su base mensile

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Doccia fredda per l’economia italiana con la ripresa che stenta ancora a decollare. Stando ai dati diffusi oggi dall’Istat relativi all’andamento della produzione industriale tricolore, nel mese di novembre, l’indice destagionalizzato della produzione industriale è diminuito dello 0,5% su base mensile rispetto al +0,5% della passata rilevazione (stime Bloomberg a +0,2%). Nella media del trimestre settembre-novembre 2015 la produzione, sottolinea l’Istat, è cresciuta dello 0,4% rispetto al trimestre precedente. 
Corretto per gli effetti di calendario, l’indice è aumentato in termini tendenziali dello 0,9% (i giorni lavorativi sono stati 21 contro i 20 di novembre 2014) contro il +3% della passata lettura (dato rivisto da +2,9%). Il mercato si attendeva una crescita del 2,5% su base annua. Il bilancio dei primi undici mesi dell’anno vede così la produzione in progresso dell’1,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
 
I comparti che hanno registrato la maggiore crescita tendenziale sono quelli della fabbricazione di mezzi di trasporto (+13,6%), della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+10,5%) e della fabbricazione di prodotti chimici (+5,2%). Le diminuzioni maggiori sono, invece emerse, nei settori delle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-5,1%), della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-4,9%) e delle industrie alimentari, bevande e tabacco (-3,6%).