1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Lavoro ›› 

Istat, a 4 anni da diploma solo la metà possiede un lavoro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non arrivano buone nuove dal fronte giovani/lavoro. A quattro anni dal diploma meno della metà dei ragazzi italiani ha un impiego. E’ quanto emerge dall’indagine 2011 dell’Istat sui “Percorsi di studio e di lavoro dei diplomati”. Nel dettaglio lo scorso anno era occupato il 45,7% dei diplomati che hanno conseguito il titolo nel 2007. Di questi, otto su 10 svolgono un lavoro di tipo continuativo, cioè un lavoro svolto con cadenza regolare, anche se di durata prefissata (a termine); il 16,2% è in cerca di lavoro e il 33,7% è impegnato esclusivamente negli studi. Rispetto alla precedente edizione dell’indagine (condotta sui diplomati del 2004 intervistati a tre anni dal diploma), la quota degli occupati si riduce di circa 5 punti percentuali (nel 2007, infatti, era superiore al 50%). Lo studio mette in evidenza come i livelli più elevati livelli di disoccupazione, oltre il 34%, si registrano tra i diplomati che hanno ricevuto una formazione artistica, liceale o magistrale, mentre i più bassi si rilevano tra i diplomati tecnici (22,4%) e quelli degli istituti professionali (21,4%). Tra i liceali prevale inoltre la scelta di proseguire nel percorso di studi (quasi il 94%), chi proviene dai studi più professionalizzanti si orienta verso il mercato del lavoro (l’87,8% tra chi ha studiato in un istituto professionale e il 74,1% di chi proviene da un istituto tecnico). Dall’indagine condotta dall’istituto italiano di statistica emerge inoltre che a quattro anni dal titolo, l’82,3% dei diplomati vive per lo più ancora nella casa dei genitori. Solo il 5,5% vive da solo, poco meno del 5% ha formato una nuova famiglia e il 6% convive con amici. Nelle regioni del Mezzogiorno la quota di diplomati disoccupati a quattro anni dal titolo è più che doppia rispetto a quella che si rileva nelle regioni settentrionali (23% rispetto al 10,6% nel Nord-ovest e al 9,1% nel Nord-est).