iShares: volatilità di Wall Street contenuta, meglio assumere posizioni difensive

Inviato da Massimiliano Volpe il Mar, 15/05/2012 - 13:58
Gli analisti di iShares consigliano di assumere un atteggiamento prudente sui mercati azionari visto che le attuali aspettative considerano un livello di volatilità troppo basso. Dall'inizio del 2008, la volatilità annualizzata dell'indice S&P 500 è stata prossima al 30%, ma negli ultimi sei mesi, ha raggiunto quota 17% e i mercati azionari hanno anche beneficiato di un altro fiume di liquidità da parte della banca centrale. Nonostante negli ultimi giorni l'indice di volatilità Vix sia salito, continua ad attestarsi sotto del valore medio di lungo termine pari a circa 20.
Secondo Russ Koesterich, global chief investment strategist di iShares, gli investitori dovrebbero considerare che questo trend non è destinato a perdurare. iShares si aspetta pertanto che nei prossimi mesi la volatilità ritorni a salire e che i mercati azionari registrino una flessione. Storicamente, ad ogni incremento dell'1% della volatilità dei mercati corrisponde una perdita azionaria di circa 15 punti base. Ciò implica che, se il Vix raggiungerà quota 20-25, è probabile una flessione del mercato azionario del 4-6%.
In un simile contesto, iShares evidenzia come alcune soluzioni di investimento potrebbero essere rappresentate da un sovrappeso dei settori più difensivi (ad es. il settore delle telecomunicazioni che tende ad essere più stabile in un mercato in flessione), oppure puntare sulle società di maggiori dimensioni o sui dividendi.
COMMENTA LA NOTIZIA