Ipotesi aumento di capitale manda a tappeto Enel in Borsa: analisti vedono altre soluzioni

Inviato da Redazione il Ven, 27/02/2009 - 09:46
Quotazione: ENEL
Il ventilato aumento di capitale manda a tappeto i titoli Enel in Borsa. L'azione del gruppo elettrico italiano, in territorio negativo fin dalle prime battute, adesso cedono ancora oltre sei punti percentuali (-6,11%) scambiando a quota 3,99 euro. Che l'attenzione si alta sulla società lo provano anche i volumi: sono, infatti, passati di mano già 27 milioni di pezzi che si confrontano con una media giornaliera delle ultime trenta sedute di 38 milioni di pezzi. Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore Enel starebbe preparando un aumento di capitale da 5-7 miliardi di euro. In base a quanto ricostruito la quota del Governo (30%) dovrebbe essere esercitata da Sace, che prenderebbe quindi tra il 5-7%. "Giudichiamo negativamente questa eventualità comunque non necessaria per far rientrare il debito di gruppo", commentano gli analisti di Equita. "Riteniamo che il mercato possa esprimere perplessità sulla coerenza tra l'attuale aumento di capitale e la politica di dividendo - spiegano gli esperti, che fanno notare come "lo stesso flusso di cassa potrebbe, infatti, essere generato attraverso una riduzione dei dividendi al 7% di yield, generando 1,2 miliardi di euro di cassa all'anno, rivendendo il piano di investimenti e accelerando il piano di disposal". Gli analisti di Equita confermano il consiglio di acquisto su Enel indicando un target price a 5,88 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA